Camper e Plain Air

La scelta del camper puro

Dopo 15 anni di surf camperismo con un mezzo tradizionale di quasi 7 metri, complice la riduzione dell’ equipaggio (ormai i figli sono grandi e non partecipano più alle nostre avventure), ho deciso che era il momento di provare un mezzo diverso, un mezzo che riducesse al massimo i limiti di mobilità e di sosta che avevo sperimentato fin ora.

Non sempre si possono raggiungere tutte le spiagge con un camper tradizionale; a volte le strade di accesso sono molto strette e malmesse ed essendo il camper un mezzo abbastanza ingombrante è necessario procurarsi idonee informazioni prima di avventurarsi per vie impervie e trovarsi in seria difficoltà per uscirne fuori. Inoltre il proliferare di Autocaravan ha indotto molte amministrazioni ad apporre divieti e accessi limitati (a volte anche da sbarre che consentono l’accesso solo alle autovetture) in molti parcheggi, limitando molto la possibilità di sosta fronte mare. Per questo molti surfers preferiscono addirittura attrezzare un Van, rinunciando a qualche comodità in più a favore della dinamicità e rapidità di spostamento che un mezzo più piccolo consente.

Questo è stato il mio pensiero, anche se l’impatto con un mini van sarebbe stato impensabile per le nostre esigenze; da qui la scelta di passare ad un furgonato, molto agile e veloce oltre che più economico nei consumi, ma sempre fornito di tutti i servizi essenziali per una vacanza “libera” ma confortevole.

Non avrei mai rinunciato al bagno e alla doccia ! Anche se più piccolo (neppure troppo rispetto a quello avevo nell’ Hymer) il bagno ti rende veramente indipendente e non ti obbliga a sostare per forza in un camping o in un’area di sosta.

Il mio Ducato (6 mt. passo lungo) è dotato di un ampio gavone in cui riesco a ricoverare tutto il necessario (compreso un sup gonfiabile). Ho reso il tetto calpestabile per poter salire e legare i surf in sicurezza e senza sforzo, e mi sono attrezzato con gancio di traino e relativo porta bici (senz’altro più adeguato al peso delle e-bike).

Finalmente posso sostare quasi ovunque. Se è vero che è pur sempre un camper, quando è parcheggiato regolarmente all’interno delle linee di demarcazione passa senz’altro più inosservato ed è più tollerato di un grande mansardato o di un motorhome.

I costi (non di manutenzione per carità, perchè per quelli non bado a spese pur di averlo sempre perfetto ed efficiente), sono diminuiti drasticamente. Consumi e sicurezza (non parlo di velocità perchè sono comunque mezzi pesanti ed è bene andare sempre con il piede leggero), sono migliorati sensibilmente e su lunghe percorrenze il portafoglio, ma anche il fisico, ne risentono positivamente.

Concludendo: non è un mezzo adatto a tutti, senz’altro non a una famiglia numerosa che punta al confort e agli spazi più che alla mobilità, ma per una coppia a mio parere rimane oggi la scelta migliore anche per la miglior tenuta del valore nel tempo. Non è un caso che ormai quasi tutte le case costruttrici hanno inserito più di un furgonato in catalogo !

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *